per chi ha il cinema dentro
home page
Fuori concorso 2011

Condividi

In fondo alle scale

Sezione non competitiva "Italian Short Films" | Cortometraggi italiani

Lunedì 11 aprile 2011 - Ore 21,00 – Sala 3 - Città del Cinema - Via Miranda -Foggia

Sinossi
In un mondo in cui le persone sono inconsapevolmente legate a dei fili che ne condizionano le azioni e i pensieri, Daniele cercherà di trovare la loro origine per liberarsene una volta per tutte. Forse.


Info

Regia, soggetto e sceneggiatura: Andrea Di Iorio, Massimiliano L. Delfino

Da un'idea di Andrea Di Iorio

Aiuto regia: Alessandra Graziosi

Fotografia: N. Santi Amantini

Scenografia: Federica Fuga

Montaggio: Alessandra Graziosi

Visual effects: Daniele Bartoli

Musiche: Andrea Di Iorio, Gianluca Delfino

Massimiliano L. Delfino

Collaborazione: MTM Mimo-Teatro-Movimento

Cast: Giovanni Di Lonardo, Francesca Sanzari, Lydia Biondi, Giuseppe Lorin, Marco Palvetti, Susanna Graziosi, Sara Laurenti, Alessandra Daniele


Bio-filmografie autori

Andrea Di Iorio (Campobasso, 1987), laureato in Lettere e Filosofia con indirizzo Musica e Spettacolo presso l’Università degli Studi La Sapienza di Roma con tesi sulla funzione drammaturgica del suono in “Lost Highway” di David Lynch, ha scritto e diretto i mediometraggi “Back to the Light” (2005) e “Dreamtrap” (2006), e i cortometraggi “Una Bella Trovata” (2010 – Selezione Ufficiale III Edizione Festival Tulipani di Seta Nera tra i dieci finalisti) e “Il film giustifica i mezzi” (2010). Ha inoltre pubblicato la raccolta di racconti e poesie “Ignoranti e Sognatori” (2007).

Massimiliano Luca Delfino (Roma, 1990), studente di Lettere e Filosofia presso l’Università degli Studi La Sapienza di Roma, è scrittore di articoli per un noto magazine italiano e di poesie. Ha frequentato la Scuola di Cinema di Roma dove ha lavorato a diversi cortometraggi. Ha scritto e diretto un mediometraggio dal titolo “Il Grande Inganno” (2006) e scritto il cortometraggio “Una Bella Trovata” (2010 – Selezione Ufficiale III Edizione Festival Tulipani di Seta Nera tra i dieci finalisti)