per chi ha il cinema dentro
home page
Fuori concorso

Condividi

148 Stefano. I mostri dell'inerzia


VENERDÌ 20 APRILE 2012

CITTÀ DEL CINEMA
| Via Miranda | Foggia | sala 3 | ore 15,00

148 STEFANO I mostri dell'inerzia
di Maurizio Cartolano


SINOSSI
Il 22 ottobre 2009 Stefano Cucchi muore a 31 anni, in circostanze tuttora da accertare, nel Reparto di Medicina Protetta dell'Ospedale Sandro Pertini di Roma 6 giorni dopo il suo arresto. Negli ultimi sei giorni della sua breve vita gli sono stati negati tutti i diritti. Il documentario è un tentativo di fare della vicenda Cucchi un atto di denuncia ampliando, alla luce dello sviluppo delle indagini e del tempo, una nuova e rivelatrice riflessione umana. La denuncia prende forma nel racconto, attraverso la forma legalista della richiesta di verità e giustizia, dichiarata dalle numerose e diverse testimonianze che nel documentario si susseguono. Soprattutto quelle della famiglia Cucchi. Stefano Cucchi è morto 'di carcere'. Nel mese di ottobre 2009, quando i fatti sono avvenuti, nei penitenziari italiani erano già morte 147 persone. Stefano Cucchi è stata la 148ª persona. A dicembre diventeranno 177. La maggior parte sono giovani. Un'incidenza impressionante per un paese democratico e civile a cui oggi non pare esserci soluzione.


CAST TECNICO

Regia: Maurizio Cartolano

Anno: 2011

Paese: Italia

Durata: 63'

Tipologia: Documentario

Genere: Inchiesta

Sceneggiatura: Maurizio Cartolano

Fotografia: Francesco Pennica

Montaggio: Erika Manoni

Musiche originali: Riccardo Giagni

Suono: Ignazio Vellucci Stefano Monaco

Produttori: Simona Banchi e Valerio Terenzio, in collaborazione con Il Fatto quotidiano

Produzione: Ambra Group

Lingua: Italiano


CAST ARTISTICO
I brani tratti dalle lettere di Stefano sono letti da Claudio Santamaria

La canzone 'Fermi con le mani' è stata concessa da Fabrizio Moro

Con il patrocinio di Amnesty International Articolo 21