per chi ha il cinema dentro
home page
News


Condividi

FFF - Premiato Uccio De Santis. E stasera c'è Francesca Massaro

(Foto Star Digital Art Studio)

"A un mese di distanza dall'uscita nelle sale, questo è il primo premio che ricevo per il mio lungometraggio d'esordio 'Non me lo dire', ed è un onore per me riceverlo al Foggia Film Festival, sperando che sia l'inizio di una lunga serie di riconoscimenti in campo cinematografico", ha affermato, in sede di conferenza stampa (svoltasi in tarda mattinata al Wasabi Caffè, in via Antonio Gramsci, 45) l'attore comico Uccio De Santis, riferendosi al premio per la "Miglior opera prima della commedia italiana" che la kermesse di Capitanata ha tributato a lui, in rappresentanza di tutto il suo cast, questa mattina alle 11,15 nella sala 3 della Città del Cinema (via Miranda).
"Il riscontro di critica e di pubblico di 'Non me lo dire' - ha continuato De Santis - è stato tutto sommato positivo, anche se il pubblico affezionato ai miei lavori precedenti è rimasto un po' spiazzato poiché forse si aspettava un lavoro in linea con gli sketch di "Mudù". E invece il film ha una struttura narrativa che esula dalla barzelletta 'tranchant'. Tuttavia, alle presentazioni romane della pellicola, il pubblico che non mi conosceva, e quindi non partiva con aspettative circostanziate, è uscito dalla sala contento e soddisfatto. Devo ammettere che nell'interpretazione di 'Non me lo dire' ho un po' tenuto a freno la vis comica che di solito sguinzaglio durante le performance di cabaret o le puntate di 'Mudù'. Volevo entrare in punta di piedi nel jet set nazionale, ma in futuro darò più voce alle mie caratteristiche naturali. Ho già in caldo il progetto per la realizzazione del prossimo film", ha concluso De Santis, contento di essere a Foggia per ritirare il premio.
Oggi pomeriggio, l'FFF propone la prima tranche della sezione in concorso "Italian Documentary" il cui inizio, rispetto al programma ufficiale, è stato anticipato di 30 minuti con ricaduta a cascata su tutte le proiezioni. I documentari in visione saranno "Monaco,Italia – Storie di arrivi in Germania" di Alessandro Melazzini (ore 14,30); "(R)esistenza" di Francesco Cavaliere (ore 15,45); "Per noi il cinema era 'proibito'" di Sergio Naitza (ore 17,00). L'ultimo documentario in concorso, "Io sono il teatro – Arnoldo Foà raccontato da Arnoldo Foà" di Cosimo Damiano Damato, andrà in visione alle ore 17,45, non prima però di un collegamento in diretta telefonica con il protagonista della pellicola, il maestro 96enne di teatro e cinema Arnoldo Foà.
Per l'"FFF - Library", sempre nel pomeriggio, alle ore 19,30, presso il Consorzio Start Capitanata (piazza Federico II), appuntamento tra cinema e saggistica con Francesca Romana Massaro (giornalista professionista con la passione per la settima arte), che
presenterà il suo nuovo libro "Il cinema come nessuno mai ve l'ha raccontato". All'incontro parteciperà anche Marco Moschitta, responsabile dell'"Emmebi", casa editrice del saggio. Roberto Parisi farà da moderatore.



Fabrizio Sereno – Ufficio stampa FFF