per chi ha il cinema dentro
home page
News


Condividi

Gabriele Pignotta: "il mio primo lungo prodotto da Marco Belardi e la sceneggiatura per Carlo Verdone"

Città del Cinema, seconda giornata del festival, in serata Gabriele Pignotta si presenta ai fotografi che l’attendono sul red carpet con aria divertita e scanzonata, caratterizzata dalla naturale simpatia  scenica, che a tratti ricorda i personaggi brillanti della miglior commedia francese di George Feydeau. Nel corso dell’intervista conversazione con il pubblico, ambito Lezioni di Cinema IX edizione, ha raccontato ironicamente i difficili inizi della sua carriera in teatro e gli esordi sul grande schermo con Neri Parenti, Paolo Genovese, Carlo Vanzina e Federico Moccia. Poi la passione per la scrittura e la volontà di reinventare la commedia italiana, e il tentativo di trasformarla in una proposta più aderente al modo di essere e vivere delle nuove generazioni, capace di coinvolgere e emozionare anche il pubblico più maturo. Propositi con i quali si appresta  a girare il suo primo lungometraggio ‘'Ti sposo ma non troppo', suo spettacolo teatrale adattato per il cinema, che avrà come protagonista Vanessa Incontrada, e produttore Marco Belardi (Lotus Production) che negli ultimi anni ha prodotto film di successo come Una famiglia perfetta, Immaturi-Il viaggio (proiettato in sala a seguire), Immaturi e Amore 14. In conclusione svela al pubblico che, nonostante i suoi impegni in scena con il nuovo spettacolo ‘Mi piaci perché sei così’- in scena al Teatro Manzoni di Roma – trova il tempo per scrivere; infatti è in fase di scrittura la sceneggiatura per il nuovo film di Carlo Verdone. Congeda i giovani che hanno apprezzato la sua presenza con una battuta: “Forse diventerò famoso, perciò fatevi una foto con me, così un giorno potrete dire di avermi conosciuto!”. Scherza, non si prende troppo sul serio, tuttavia la sua leggerezza e impegno nel lavoro potranno  rivelarsi vincenti per il prossimo futuro.


Foggia, 15 aprile 2013

Pino Bruno
Foggia Film Festival